Arte e moda vivono, da sempre, un rapporto affine e pure contrastato, è un dibattito costantemente aperto e puntualmente discordante.

Tommaso Aquilano e Roberto Rimondi seguono le orme di altri stilisti – vedi Prada e Marras- e per la prossima stagione propongono capi raffinati con stampe coloratissime di Paul Gauguin. È il periodo a Tahiti quello preso in considerazione: il brand ne fa propri i colori e i volti semplici delle donne ritratte dall’artista, ma anche i Masai africani, da cui riprende il motivo a righe. Forme medio corte di gonne e abiti al ginocchio sfilano con shorts a vita alta e top dalle maniche a sbuffo, minigonne e reggiseni decorati con ricami a fiori neri; il colore è nelle stampe, e si traduce in un’esplosione di positività pacata, educato folklore. La seta satinata è la protagonista della collezione, è proposta in abiti composti, dalle reminescenze sportive; la vita è in evidenza con cinture che la enfatizzano con parte della cinghia inserita -trend caro allo street style. I sandali dal tacco comodo e robusto si alternano a flat easy going.

Tutto collocato al posto giusto: è l’educata esuberanza borghese che riaffiora.