Le silhouette pulite e rigorose di Antonio Berardi tornano a rendere chic il nostro autunno-inverno. Anche per la stagione 2013-14 lo stilista porta in passerella abiti lavorati, tessuti spessi a contrasto con trasparenze leggere, strutture ben definite nelle giacche corte e attillate, nelle gonne pencil e negli abiti dalle spalle stondate creati su pelle rossa preziosa. Le stampe ipnotiche fanno la loro comparsa sui revers di una giacca e sui pantaloni sartoriali per poi ritrovarsi ancora su un abito dalla gonna plissettata, mentre dominano le tinte unite, come il verde militare, il blu intenso, il bordeaux, alternati geometricamente a bianco, grigio e ghiaccio. La chiusura drammatica è tutta affidata ai lunghi mantelli, ora alla principessa di Berardi manca solo una corona.