Si ispira a Enrico VIII e all’epoca dei Tudor la collezione di Alexis Mabille per l’uomo del prossimo inverno. Le silhouette, i dettagli, le finiture sono direttamente rubate dall’abbigliamento della vecchia nobiltà. Lo si vede dai volumi – i pantaloni, ad esempio, sono ricchi di pinces e si gonfiano sulla parte superiore della coscia, dagli inserti in pizzo – non certo scontati nell’armadio maschile, dai pantaloni ricoperti fin sopra al ginocchio da pelle trapuntata, a ricordare gli stivali altissimi usati per la caccia. Pelle che compare quasi ovunque: su giacche, gilet, bomber. Sempre ricamata e abbinata a una gran varietà di altri materiali, dal jeans, al velluto, fino alla lana. Una collezione volutamente opulenta, ricca di lavorazioni artigianali, declinata nei toni del nero, grigio, bronzo e rosso. (Giada Borioli)