Gonne cortissime calcano la passerella di Alexandre Vauthier per la collezione haute couture del prossimo inverno. Lo stilista manda in scena una donna sicura di sé, fasciata in minigonne rigide e top dagli scolli spesso vertiginosi. Poi, improvvisamente, un cambio repentino di stile e le modelle escono vestite di ampie e preziose tute dal pantalone morbido e fluttuante. Ma il corpo della donna, e solo lui, rimane protagonista per tutta la collezione. Spacchi laterali, profondi scolli sulla schiena, scollature velate e semi-celate da giochi di applicazioni. Anche quando sono lunghi fino ai piedi, gli abiti lasciano molta pelle a vista, rendendo la collezione estremamente sexy, sensuale e femminile. Preziosa anche la palette cromatica scelta, dove il bianco si trasforma in champagne e poi in oro, giocando con tutte le tonalità intermedie. (Giada Borioli)