CANCRO 2017

Nel corso dei primi mesi dell’anno la prima decade (22-30 giugno) deve confrontarsi con la quadratura di Venere, che porta piccole incomprensioni e insoddisfazioni nella sfera affettiva ed economica; poi si proietta verso un 2017 positivo. Il clou arriva dall’11 ottobre grazie a Giove in trigono che porta monete, fortuna, entusiasmi e una vita sociale più divertente e spensierata. La seconda decade (1-12 luglio) si suddivide a sua volta in due gruppi; il primo è interessato dal trigono di Nettuno e dalla quadratura di Giove, attiva da marzo ad agosto. I nativi sentono un fortissimo bisogno di cambiamento, di viaggiare ed approfondire la loro parte spirituale e religiosa ma soprattutto di essere liberi da orari, vincoli e doveri. La combinazione con Giove non smorza affatto la tendenza ma anzi, può spingerli ad azioni esagerate. Attenzione quindi a non commettere il fatidico passo più lungo della gamba. Il secondo gruppo, che coinvolge chi è nato dal 7 al 12 luglio, si sente meno sicuro di sé e ha meno energia vitale del solito. Anche i contrattempi normali vengono vissuti come montagne da superare. È importante mantenere alto il senso del risparmio perché sono in arrivo spese impreviste. La terza decade (dal 13 al 22 luglio) sente un profondo bisogno di allargare gli orizzonti. La sua azione però è discontinua per cui alterna periodi di grande attività super organizzata, ottenendo buoni risultati, ad altri di pigrizia assoluta. Lo stress accumulato, frutto del quinconce di Saturno che si aggiunge alla quadratura di Urano, si percepisce maggiormente a gennaio, febbraio e da settembre all’11 ottobre quando Giove sarà in bisbetica quadratura.

Check list armadio: Giove disarmonico fino all’11 ottobre non offre la disponibilità economica per stravolgere il guardaroba. Anche Venere, contraria da febbraio a maggio, salvo una parentesi primaverile, sconsiglia rivoluzioni assolute. Il calendario di emergenza è dunque il seguente: dal 4 al 28 aprile; dal 22 al 30 giugno; dall’1 al 26 agosto e dall’8 al 30 novembre.

Fede al dito: La prima decade deve fare i conti solo con Venere disarmonica. Una volta superato il transito, il 2017 appare decisamente divertente. Le punte di spasso si raggiungono dall’11 ottobre fino a tutto novembre. La seconda decade rischia di cadere in passioni travolgenti con persone alternative e affascinanti ma anche un filo enigmatiche. Evitare di prendere fregature non è impossibile, tutto dipende dalla vostra capacità di restare con i piedi per terra. Per flirt e incontri speciali, che possono tradursi in relazioni, potete puntare su giugno e la prima settimana di ottobre. La terza decade vive  transiti decisamente impegnativi. Perché le relazioni nuove o di lungo corso non si traducano in un continuo ring verbale occorre molta resilienza. Gennaio, febbraio, settembre e ottobre sono mesi delicati a causa di Giove disarmonico. Tenete i piedi ben piantati per terra, non idealizzate nessuno senza motivi più che validi, se non volete ritrovarvi un ranocchio invece del principe azzurro al vostro fianco. Date una chance in più a pesci e leone. Il confronto con gemelli e capricorno appare invece più problematico.

Beauty e wellness: La terza decade dovrebbe valutare con molta attenzione l’eventualità di ricorrere ai ritocchini per riacciuffare la forma che desidera. Urano e Giove di traverso non sono un buon viatico dal punto di vista astrologico. La seconda rischia soltanto di non essere soddisfatta o di programmare cambiamenti che poi risultano esagerati, fuori luogo, distonici. La prima è la più supportata dallo zodiaco, soprattutto da metà ottobre. In tutti i casi meglio farsi consigliare da persone di chiara fama ed evitare i fanfaroni di turno. Ma questo è un consiglio ovviamente sempre valido.

Liquidi: Non è un anno super vantaggioso dal punto economico il 2017, almeno fino a quando Giove entra in scorpione. La seconda decade è quella che più delle altre si trova a doversi confrontare con uscite di denaro impreviste, a causa di Giove e Plutone disarmonici. Primavera e estate sono le stagioni più delicate. La prima decade, parte in sordina ma da maggio in poi, rimpolpa il portafoglio e riesce a raggiungere le gratificazioni che desidera.

Un taglio drastico: Al budget. Non è il momento per spendere a vanvera. Il 2018 sarà decisamente migliore.

Quasi quasi: Prendo tutto il tempo che mi serve. Tenere tutto sotto controllo non è possibile.

Da evitare categoricamente: Investimenti professionali e lavorativi fatti in modo istintivo e dettati dall’insoddisfazione dello status quo. Occorre programmare ogni passo.

di Sandro Vigna e Mirko Negri
  • IN ARRIVO