FELICIANO LOPEZ: «NON SONO IL TIPO CHE CAMBIA FIDANZATA OGNI GIORNO»

Condividi condividi in Facebook condividi in Twitter condividi in Pinterest condividi in Google Plus Love it Grazia
14 Giugno 2011 by

ANGELO SICA

Grazie al suo serve & volley fulmineo, e cioè il gioco d’attacco che lo vede spostarsi subito a rete dopo la battuta, Feliciano Lopez è tra i primi 50 tennisti più bravi del mondo (al 41° posto in classifica). Ma non è solo il talento di questo 29enne di Toledo che colpisce. Occhi azzurri, fisico scolpito, aspetto curatissimo e look alla moda: gli invidiosi sostengono che, se giocasse con lo specchio, sarebbe imbattibile. Intanto, però, anche le ragazze che non capiscono nulla di tennis fanno il tifo per lui. Le sue fotografie, mentre si cambia la T-shirt tra un set e l’altro, fanno subito il giro del web. In passato, ha anche recitato nella serie televisiva spagnola Los Serrano: «Esperienza che vorrei ripetere», ha detto, anche se non s’immagina troppo nei panni dell’attore. In quelli del “modello part time”, invece, sì. Infatti, ha accettato subito di posare per «Grazia».

Non sarà un po’ narcisista?
«Nient’affatto. Tengo al mio fisico e mi prendo cura di me stesso come fa ogni uomo della mia età. Se poi mi vesto bene e mi diverto a posare per le riviste non c’è niente di male».

Sta pensando a una seconda carriera per quando appenderà la racchetta al chiodo?
«In realtà, se non fossi diventato un tennista avrei voluto essere un nuotatore».

Che cosa non può mancare nel suo guardaroba?
«Jeans e magliette: ne ho a centinaia. Di solito, vesto casual, proprio come mi vedete nelle foto di queste pagine».

L’accessorio preferito?
«Gli orologi. Ho un debole per la marca svizzera Jaeger-LeCoultre. Ne ho comprato uno e ne sono gelosissimo».

E per sentirsi irresistibile, quale profumo?  
«Ambre Narguilé di Hermès».

I brani cult nel suo iPod?
«Rigorosamente musica spagnola: dal flamenco ai cantautori pop Dani Martín e Alejandro Sanz».

Qual è stato il match più adrenalinico della sua carriera?
«La vittoria nella finale della mia prima coppa Davis. Nessuno credeva che la Spagna sarebbe andata così bene senza Nadal: è stata una bella sorpresa. E su di me ha avuto un impatto fortissimo, mi ha convinto dei risultati che posso raggiungere. In quel torneo ho superato momenti difficili e il successo mi ha insegnato che, dentro di me, posso trovare risorse che nemmeno so di avere».

Lei è uno degli sportivi più desiderati...
«Ho molte fan, ricevo valanghe di e-mail e attraverso Twitter rispondo o le tengo aggiornate sui miei progetti. Ma non sono certo il tipo che cambia fidanzata ogni giorno».

L’ultima cosa romantica che ha fatto?
«Ho regalato 36 rose rosse a una ragazza speciale...».

Condividi condividi in Facebook condividi in Twitter condividi in Pinterest condividi in Google Plus Love it Grazia

MAGAZINE | Interviste

FELICIANO LOPEZ: «NON SONO IL TIPO CHE CAMBIA FIDANZATA OGNI GIORNO»